The Salone del Mobile and the concept of originality

in Ispirazione, Mobili
Stacked Light by Sander Wassink and Na’yan Pesach
 Questa settimana sono andata al Salone del Mobile di Milano. Mi sono divertita molto e ho avuto un pò di tempo per me stessa (e ne avevo veramente bisogno) ma trovo questi eventi molto meno illuminanti di come erano qualche anno fa. Internet ha in qualche modo accorciato il ciclo di vita dell’originalità. Le prime volte che andavo a Londra o a Parigi alla fine del Liceo o all’inizio dell’Università, le cose erano diverse e le mode non si diffondevano così velocemente. Tornavamo a casa con delle idee, la gente si vestiva diversamente in altre città e discoteche e bar apparivano diversi in altri paesi. E non parlo di secoli fa. Adesso vedi le stesse vetrine nei centri di Madrid, Roma, Londra o Mosca, la gente indossa gli stessi vestiti e segue le stesse mode, i posti sembrano tutti uguali, con mobili vintage belle epoque e piastrelle bianche. Anche le fiere non sono più delle vetrine esclusive che mostrano quello che c’è di nuovo ma semplicemente una serie di nuovi oggetti sotto lo stesso tetto che vedremo dopo pochi secondi su internet. Cos’è è veramente originale adesso e come si puo’ essere realmente unici? Forse il concetto stesso è superato, la globalizzazione ha buttato giù molte barriere ma ci ha anche reso un pò tutti uguali, più simili che mai. Che dici? Cosa trovi originale?