Tag

Fuori Salone

in Interni, Ispirazione

+deco at the Salone del Mobile

E’ quasi quel periodo dell’anno, Martedì comincia la cinquattotesima edizione del Salone del Mobile.

Come al solito, indosserò il mio accredito stampa, andrò a Milano, vivrò l’evento e ne scriverò.

Quest’anno non starò tanto -solo due lunghi folli giorni- ma come sempre percorrerò circa 100 chilometri fra la fiera e il FuoriSalone.

Ogni anno, segretamente, cerco qualcosa di diverso, qualcosa di originale, gente interessante, nuovi modi di usare i colori, tendenze che devono ancora affermarsi. Questa volta, cercherò di individuare i pezzi che saranno in futuro dei classici.

Se non lo fai ancora, segue la pagina Facebook o Instagram di +deco per aggiornamenti in tempo reale del Salone del Mobile e FuoriSalone e leggi +deco blog per leggere notizie e pensieri sull’evento di interior design più eccitante d’Europa.

in Interni

Gente ‘cool’ al Salone di Mobile

Quando sono andata al Salone del Mobile a Milano, due settimane fa, ho fatto delle foto ad alcune persone cool che stavano visitando la fiera.

Mi sono divertita moltissimo anche se le foto non sono venute benissimo perchè il mio Iphone ha cominciato a funzionare male dopo il primo aggiornamento.

Mi viene da sorridere quando guardo le immagini qui di seguito perchè queste donne e uomini sono gli esempi ambulanti di come la bellezza sia declinabile in diverse forme.

Ringrazio tutte le persone che si sono prestate, le persone di cui non ho pubblicato le foto e anche le persone (una sola, devo dire) che non si son volute far fotografare e mi scuso per il ritardo nella pubblicazione; la primavera, come al solito, porta con se tanto lavoro.

 

in Ispirazione, Mobili

The Salone del Mobile and the concept of originality

Stacked Light by Sander Wassink and Na’yan Pesach
 Questa settimana sono andata al Salone del Mobile di Milano. Mi sono divertita molto e ho avuto un pò di tempo per me stessa (e ne avevo veramente bisogno) ma trovo questi eventi molto meno illuminanti di come erano qualche anno fa. Internet ha in qualche modo accorciato il ciclo di vita dell’originalità. Le prime volte che andavo a Londra o a Parigi alla fine del Liceo o all’inizio dell’Università, le cose erano diverse e le mode non si diffondevano così velocemente. Tornavamo a casa con delle idee, la gente si vestiva diversamente in altre città e discoteche e bar apparivano diversi in altri paesi. E non parlo di secoli fa. Adesso vedi le stesse vetrine nei centri di Madrid, Roma, Londra o Mosca, la gente indossa gli stessi vestiti e segue le stesse mode, i posti sembrano tutti uguali, con mobili vintage belle epoque e piastrelle bianche. Anche le fiere non sono più delle vetrine esclusive che mostrano quello che c’è di nuovo ma semplicemente una serie di nuovi oggetti sotto lo stesso tetto che vedremo dopo pochi secondi su internet. Cos’è è veramente originale adesso e come si puo’ essere realmente unici? Forse il concetto stesso è superato, la globalizzazione ha buttato giù molte barriere ma ci ha anche reso un pò tutti uguali, più simili che mai. Che dici? Cosa trovi originale?
Close