Tag

gold

in Interni, Ispirazione, Ispirazione colori, Mobili

Verde, rosa e oro: Felix Soho

Felix Soho, Felix Roasting Co. London, +DECO, plusdeco blog, +DECO blog, Soho cafe', soho london cafe', soho london best bars, pink green gold interiors, interni rosa verde oro

Chi non vorrebbe sorseggiare un bel caffe’ in questo momento a Felix Soho?

Dopo il grande successo di Felix Roasting Co. a Midtown a New York e le conseguenti centinaia di condivisioni delle sue foto su Instagram, il designer, direttore creativo e partner del progetto Ken Fulk e il proprietario Matthew Moinian hanno aperto lo scorso Agosto un altro negozio meraviglioso a Soho a Londra, il Felix Soho.

Come il parente Americano, gli interni sono affascinanti e accattivanti. I colori dominanti, un intenso blu-verde, un tenero rosa e il lucente oro uniscono i diversi materiali e motivi.

(Photographs courtesy Felix Roasting Co.)

in Arts+ Crafts, Interni, Ispirazione, Ispirazione colori, Outdoor

L’incredibile Musée Yves Saint Laurent Marrakech

ysl museum yves saint laurent museum, architeture, marrakech, architecture marrakesh, plusdeco blog, +deco, +deco blog, museums, cool museums, studio KO, studio KO paris, studio KO ysl museum, studio KO projects marrakech

L’incredibile Yves Saint Laurent Museum (ed incredibile dovrebbe essere parte inseparabile del nome) e’ una di quelle architetture che siede perfettamente nel territorio in cui e’ stata costruita, che nasce già radicata nel contesto pur rimanendo innovativa.

Ho sempre avuto la passione per i mattoni e specialmente per i mattoni rossi. Forse perché sono cresciuta a Roma, in mezzo alle architetture della Roma Antica e Fascista, ingegnerie che hanno spesso usato mattoni. Ultimamente ho sviluppato anche una passione per i mattoni Cinesi tradizionali grigi, inseriti di frequente nelle bellissime architetture dello studio Neri&Hu.

L’ Yves Saint Laurent Museum a Marrakech è stato concepito dallo Studio KO, in un lotto di terra a due passi dal Jardin Majorelle; il complesso copre un’area di 3.908 metri quadrati ed ospita un auditorium, 2 spazi espositivi, una biblioteca, un negozi di libri e un caffè e ristorante. E’ stato commissionato da Pierre Bergé, deceduto recentemente, per il suo compagno, il leggendario stilista Yves Saint Laurent.

Questa architettura bilancia perfettamente volumi e curve sinuose, differenti materiali come il cemento della struttura rinforzata, il mattonato rosso fatto di argilla industriale, la terracotta naturale con una base di in terrazzo pre-fabbricato e dettagli dorati. Le mille tonalità del cielo si abbinano magistralmente ai colori naturali dei materiali scelti.

Lo Studio KO, fondato dagli architetti Karl Fournier e Olivier Marty, non ha lasciato nulla al caso. Gli interni anche sono perfetti. I mattoni sono stati usati per disegnare motivi all’esterno così come il legno è stato usato per disegnare motivi all’interno.

Yves Saint Laurent Museum in Marrakech è un esempio di eleganza, un felice connubio di forme e colori, il perfetto omaggio a Yves Saint Laurent, maestro di moda e geniale creativo e sicuramente una delle opere degli ultimi anni da me preferite.

Fotografie di Dan Glasser, cortesia di Studio KO.

in Interni, Ispirazione, Ispirazione colori, Mobili

Verso la perfezione, a Varsavia

studio colombe, Marta Chrapka, interior design, plusdeco blog, +deco, +deco blog, elena giavarini blog, wooden floors, elegant apartments, warsaw interiors, warsaw apartment, polish interior design

Abbiamo parlato più volte del fatto che amo le cose vecchie per la loro qualità e per la storia che si portano dietro.

Gli appartamenti molto moderni e spogli non fanno per me.

C’è però un’eleganza contemporanea che sfrutta il fascino di materiali naturali, ispirazioni dal passato, la sartorialità immobiliare e che non stanca mai. E’ il ben fatto con gusto.

Questo appartamento a Varsavia, arredato da Marta Chapkra di Studio Colombe, ne è perfetto esempio. A dire il vero, tutto il lavoro di Studio Colombe ne è esempio.

Il pavimento in legno a spina di pesce e una sofisticata scelta di colori fa da sfondo a pezzi ricercati. La scelta dei colori murali, tutti chiari, non è banale. Il bianco è declinato in molte sfumature, non è mai semplicemente bianco. I tessuti inseriscono colore e struttura.

La cucina, su misura come molti degli arredi, è particolare ma sobria. L’inserzione di tondi in legno, la divisione in riquadri, i due colori, il backsplash in marmo sono tutti elementi vincenti.

Le cornici a muro, piccole e discrete, aggiungono interesse senza predominare la scena.

In questo appartamento mi ci trasferirari domani senza cambiare nulla. Raramente mi capita di dire una cosa del genere ma in questo caso c’è quell’equilibrio fra qualità e gusto che mi conquista ed il fatto, non scontato, che sembra una casa comoda, piena di armadi e spazi da vivere facilmente.

Se vuoi vedere altri spazi belli e ben fatti, guarda la casa ricavata in una vecchia chiesa in Australia e la ristrutturazione di una vecchia stalla a Londra.

studio colombe, Marta Chrapka, interior design, plusdeco blog, +deco, +deco blog, elena giavarini blog, wooden floors, elegant apartments, warsaw interiors, warsaw apartment, polish interior design
studio colombe, Marta Chrapka, interior design, plusdeco blog, +deco, +deco blog, elena giavarini blog, wooden floors, elegant apartments, warsaw interiors, warsaw apartment, polish interior design


studio colombe, Marta Chrapka, interior design, plusdeco blog, +deco, +deco blog, elena giavarini blog, wooden floors, elegant apartments, warsaw interiors, warsaw apartment, polish interior design
studio colombe, Marta Chrapka, interior design, plusdeco blog, +deco, +deco blog, elena giavarini blog, wooden floors, elegant apartments, warsaw interiors, warsaw apartment, polish interior design
studio colombe, Marta Chrapka, interior design, plusdeco blog, +deco, +deco blog, elena giavarini blog, wooden floors, elegant apartments, warsaw interiors, warsaw apartment, polish interior design
in Interni, Ispirazione, Mobili

Coco di Larose Guyon

Suggerisco sempre ai miei clienti di investire nelle luci. Una bella lampada di qualità è per sempre.

Le cambi posto, la sposti, la porti con te quando ti sposti e, mal che vada, la metti via per un pò ma tanto primo o poi la ritirerai fuori.

Le belle luci sono fatte meglio e i dettagli sono fondamentali in un oggetto così semplice e così bene ‘illuminato’.

Alla fine della fiera le luci sono la cosa meglio illuminata a casa tua 🙂

Le luci di qualità sono più solide, un importante caratteristica soprattutto nel caso di luci da terra e da muro.

La buona notizia è che non devi spendere una fortuna per comprare una bella luce. Marchi come Artemide, Flos, Gubi, Foscarini hanno dei pezzi iconici che non prosciugheranno il tuo conto e possono essere abbinate a luci più economiche come alcune lampade di Ikea, di Muuto, di Norman Copenhagen, per esempio.

Ci sono poi alcune luci che da sole decorano l’intera stanza, che sono delle personalità, sono oggetti che si ricordano.

Queste luci a volte hanno prezzi importanti perchè non solo assolvono il loro compito ma risolvono lo spazio, sono sculture o come Coco by Larose Guyon, gioielli sospesi di luce.

in Interni, Ispirazione, Mobili, Persone

I sexy arredi di Anna Karlin

Parliamone.

Questa bellissima, dolce giovane donna di nome Anna Karlin

……disegna gli affascinanti arredi qui sotto.

Non sono una persona invidiosa generalmente ma alcune persone sembrano essere dotate di tanta bellezza e tanto talento, alcune più di altre a dirla tutta.

La domanda, quindi, sorge spontanea essere belli aiuta a raggiungere il successo?

Credo che possa o aiutarti o alla lunga complicarti la vita alla lunga. Se riesci a non far conto solo sul tuo aspetto ma ad investire sulla tua personalità e abilità, essere di bell’aspetto aiuta. Se invece ti affidi solo sulla bellezza fisica, diventi fragile perchè ti serve molto altro per sopravvivere bene in questo mondo.

Ma parliamo di questa strepitosa collezione di mobili che porta la firma di Anna Karlin.

Gli sgabelli sono magnifici, eleganti ed interessanti.

I porta vasi sono praticamente gli unici portavasi che ho mai visto che mi piacciono,  pezzi d’arredo e non mere gabbie per vasi.

E’ ufficiale, mi sono innamorata!

in Interni, Ispirazione, Mobili

Letti a baldacchino

La verità è che ho sempre desiderato un letto a baldacchino contemporaneo ma lo metterei solo in una casa d’epoca, in un’abitazione di campagna o in una piccola stanza con il soffitto alto.

A molte persone piacciono i letti a baldacchino ma i più, come me, esitano a prenderne uno perché temono possa essere un pò troppo o perché lo associano a un’idea  troppo romantica (sopratutto gli uomini).

In realtà ci sono tante scelte contemporanee e  lineari sul mercato, basta saperle trovare.

Ikea vendeva prima un letto a baldacchino molto semplice e carino ma è fuori produzione ora; di fatti il marchio svedese non ne ha in catalogo, propone solo una soluzione per creare una sorta di letto a baldacchino con un binario per le tende.

Peccato, il letto d’Ikea era perfetto per essere pitturato in colori vivaci.

Ci sono ovviamente altri marchi di larga scala che hanno letti a baldacchino carini; Maison du Monde ad esempio ne ha  ben 7 modelli, uno dei quali è quello in bambù qui sotto.

Ma vediamo altre opzioni di brand meno famosi.

Mi piace molto, ad esempio, il Frame Canopy Bed di CB2  in ferro opaco nero con angoli in ottone platinato nella foto qui di seguito. Il queen (160 cm) costa 642 euro e il king (200 cm) costa 734 euro.

Quello bianco sotto di Filo Design è molto lineare, con ha una mensola su lato dei cuscini che può servire come comodino e illuminazione da lettura led incorporata sui verticali.

Il letto in legno nella stanza rosa è di Urban Outfitters e ha un prezzo conveniente. Da rubare l’idea delle ghirlande di luce appese alla struttura.

La forma irregolare è l’originalità del letto di XAM Design Studio  invece. E’ disponibile in diversi colori ma purtroppo questa opzione è solo per appaltatori.

Il letto con struttura in ferro nera e laterali e spalliera in teak (nella foto sopra l’ultima) è perfetto per chi ama uno stile più classico e maschile. Questo è l’Industrial Canopy Bed di Asian Arts ma a dirla tutta lo trovi molto simile anche in altri negozi online.

L’ultimo di RH Baby&Child è una rivisitazione di un vecchio letto a baldacchino liberata da eccessivi, inutili fronzoli, tipo foglioline e pomellini. Ti consiglio comunque di dare un’occhiata al sito di RH Baby&Child perchè ha dei letti interessanti, soprattutto per le camere delle bambine.

Insomma, dopo questa selezione di letti a baldacchino, non abbiamo più scuse: le versioni più moderne di questo letto stanno bene ovunque visto che, grazie al cielo, hanno perso la pomposità che li contraddistingueva prima!

 

 

 

SalvaSalva

SalvaSalva

SalvaSalva

SalvaSalva

SalvaSalva

SalvaSalva

SalvaSalva

SalvaSalva

SalvaSalva

SalvaSalva

in Interni, Mobili

Tiffany’s Everyday Objects : i miei preferiti

Non ho mai desiderato andare da Tiffany per colazione anche se ho sempre voluto assomigliare a Audrey Hepburn (e sospetto di non essere la sola…)e ho sempre trovato il verde di Tiffany fastidiosamente un tono troppo chiaro per essere bello per questo, quando ho letto che Tiffany aveva lanciato la sua linea di accessori per la casa, le mie aspettative non erano alte.

Sono stata piacevolmente sorpresa invece da alcuni pezzi, luccicanti e fatti così bene da ricordarti che sono stati prodotti da un brand che fa gioielli e da farti ammettere che il verde Tiffany è molto bello sulla porcellana.

Questi sono i pezzi che preferisco:

 

in Interni, Ispirazione, Ispirazione colori, Mobili

Un appartamento originale firmato Marcante Testa

Oggi vi volevo far vedere un appartamento a Venezia disegnato dallo studio Marcante Testa. Questo è il primo appartamento completato nella ristrutturazione di un edificio dell’Ottocento in un piccolo canale vicino a San Marco.

Come sapete, periodicamente rifletto sul concetto di originalità (vedi il mio post sul Salone del Mobile 2017 e il Salone del Mobile 2016 ad esempio) perchè credo che sia realmente difficile fare qualcosa di nuovo in questi giorni.

Andrea Marcante e Adelaide Testa sono riusciti a mischiare oggetti ispirati a al gruppo Memphis (per saperne di più e vedere la collezione di Kartell ispirata a Memphis, leggi qui), eleganti elementi in ottoni, inusuali combinazioni di colori e cornici e arredi in ferro dai colori brillanti.

Non avrei mai detto che tutte queste cose potessero funzionare insieme ed invece il risultato è interessante e molto equilibrato.

Mi piace l’idea di ‘incorniciare’ porte, finestre ed incapsulare la cucina.

Mi piace molto, inoltre, che sulla pagina del sito di Marcante e Testa dedicata al progetto puoi leggere da dove provengono gli arredi, in un ottica di condivisione che abbraccio pienamente.

in Interni, Ispirazione colori, Mobili

Noglu a Parigi: marmo, rosa e oro.

Mi piace molto la tonalità di rosa usata da Noglu, è sempre una possibile opzione quando devo decidere i colori per decorare una casa. Mi piace il marmo di Carrara bianco,un look semplice con dettagli che catturano l’attenzione come la lastra in metallo dorata che riveste la linea inusuale dell’arco della porta e dell’oblò. Mi piacciono le luci che ricordano delle nuvole. Non sorprende quindi che abbia deciso di scrivere un post sul nuovo ristorante Noglu a Parigi (ce ne sono tre nella capitale francese e uno a New York) progettato dal talentuoso ed attraente Mathieu Lehanneur.

La gente normale sul sito ha di solito solo quelli che vengono definite le icone ‘social’, Mathieu Lehanneur ha un’icona Ted, che connette direttamente al discorso che lui ha fatto per  Ted Ideas Worth Spreadin nel 2009, tanto per darvi un’idea di quanto è figo quest’uomo.

E’ un creatore a 360° che usa la tecnologia, il design industriale, un’umana passione ed elementi naturali per creare oggetti che vanno al di là dell’idea di arredamento. Guarda il suo sito per capire meglio.

I pendenti Clouds sono parte della sua collezione di luci e, quando in gruppo, arredano una stanza.

Mi piace anche il nome del ristorante, suona quasi asiatico quando in realtà è solo l’unione di NO+GLU(tine). E’ un nome che funziona in molte lingue.

In generale, questo spazio mi ricorda  Sketch progettato da India Mandavi (vedi le foto in questo mio post) a Londra; in quel caso, il velluto rosa delle sedie era abbinato a pavimenti in marmo policromatico, dettagli in rame e le pareti ricoperte con illustrazioni artistiche in bianco e nero (sketches).

in Interni, Mobili

Nuovi suoni nello spazio

Ci sono molte cose che facciamo quotidianamente e che richiedono oggetti tecnologici. La funzionalità e l’aspetto di questi oggetti migliora di passo in passo con i progressi in ambito teconologico.

Abbiamo già parlato di un elettrodomestico che usiamo molto spesso e che vediamo nella maggiorparte delle case (a volte più di una volta), la televisione. E’ di fatto un oggetto molto difficile da posizionare in un ambiente (non importa quanto la tecnologia avanzi, le televisioni comportano sempre un grande schermo nero).

Altri, come l’aspirapolvere e la lavatrice, si possono facilmente nascondere; quelli che vi faccio vedere oggi, possono essere invece motivo di vanto.

 

Ho stilato infatti una lista degli altoparlanti più cool del momento, oggetti che vorrai posizionare al centro della tua sala.

  • Qu’est-ce Que C’est Boombox di ALAMAK!PROJECT

Questi altoparlanti, incapsulati un  una gabbia  dorata fatta a forma di stereo anni ’90, hanno ispirato la stesura di questo post.

Sono stati disegnati da Yuri Suziki per Alamak!Project e presentati l’Ottobre scorso a Berlino.

+deco_Alamak

  • Serpentine per OSLOFORM

Se vuoi qualcosa di più classico, puoi optare per Serpentine di Osloform, stereo e amplificatori con tecnologia Bang & Olufsen nella versione 230V o 115V, in grigio o in un bel verde retro’.

Il prezzo dei tre pezzi è di 3.200 euro.

+deco_serpentine_osloform+deco_osloform_2

  • Blossom 360 per LEXON

Questo altoparlante disegnato da Bebop e prodotto da Lexon è diposnibile in 5 colori.

Diffonde il suono a 360 gradi e la parte superiore, l’altoparlante, può essere spinta all’interno del corpo principale per una migliore portabilità e protezione.

+deco_lexon-blossom-360_1lexon-blossom-360-designboom-011

  • Making Weather di CREALEV TECHNOLOGY

L’ultima fatica di Richard Clarkson è un passo avanti rispetto a Smart Cloud, una lampada/altoparlante a forma di nuvola.

Making Weather è una nuvola fluttuante che diffonde musica e lampi di luce all’interno della nuvola, a mimare una temporale a suon di musica.

Guardate il video per capire meglio questo incredibile oggetto.

Il prezzo non è ancora noto ma sicuramente costerà di più di Smart Cloud che è in commercio a 3.360 dollari.

+deco_floating_cloud_crealev

Close