Tag

living

in Interni

Le sedute di Missana

Vi faro’ vedere delle sedie e poltrone che vi catapulteranno in un atmosfera primaverile, prometto!  
Missana e’ un marchio di arredamento spagnolo che opera da anni sul mercato ma che e’ rinato dopo il 2012, anno in cui e’ stato rilanciato con un nuovo stile e una nuova filosofia estetica. Progettano arredi dalle forme futuristiche e gioiose e dai colori meravigliosi.
Quella che vedete e’ una selezione di alcuni dei pezzi che mi piacciono maggiormente ma non e’ stato facile selezionare perche’ ogni design ha varie versioni e viene proposto in diversi colori, tutti stupendi. Vi consiglio di farvi un bel giro sul sito di Missana per vedere per bene tutte le collezioni, poi mi saprete dire qual’e’ il vostro pezzo preferito!

Images courtesy of Missana.

in Interni, Ispirazione, Ispirazione colori, Mobili, Persone

Una nuova avventura per Child Studio

Una nuova avventura per Child Studio!

Il duo creativo inglese Child Studio ha collaborato con il brand Britannico Floor_Story per creare una collezione di tappeti colorati ispirati alla Bauhaus, un movimento artistico sviluppatesi in una scuola d’arte in Germania fra il 1919 e il 1933. La collezione, 19-19, prende il nome dall’anno di inizio di questo periodo e consiste in 6 tappeti di lana e seta tessuti a mano, chiamati come alcune delle piu’ influenti artisti e designer donne della Bauhaus.

Come Alexy Kos e Che Huang, fondatori di Child Studio, spiegano:

“L’estetica Bauhaus e’ spesso percepita come austera e inesorabile, ma noi siamo sempre stati affascinati dal ricco e fantasioso uso del colore negli interni e nelle grafiche prodotte dagli artisti associati a questo movimento. Cerchiamo sempre di inserire colore nei nostri interni e il progetto rappresentava un’opportunita’ per raccontare una storia esclusivamente attraverso l’uso astratto di geometria e colore.”

La collezione e’ stata fotografata dentro il Isokon Building di Londra, progettato dall’architetto Wells Coates. Molti dei fondatori e delle figure chiavi della Bauhaus, come Walter Gropius, László Moholy-Nagy e Marcel Breuer, hanno vissuto in questo palazzo modernista fra le due guerre. Gli interni rivestiti in legno fanno da set perfetto per la nuova avventura di Child Studio, i bellissimi tappeti di Floor_Story.

Foto di Felix Speller & Child Studio, cortesia di Child Studio.

in Arts+ Crafts, Interni, Ispirazione, Ispirazione colori, Mobili

Una meraviglia in stile colonico

Sto lavorando da casa oggi. Sono qui di fronte al computer, la gattina che dorme sulle mie gambe, le sue fusa rumorose come una moka, un cielo blu e sorridente fuori dalla finestra. E’ uno di quei giorni in cui a Roma si sente il profumo della primavera nell’aria. La qualita’ della luce, la temperatura mite, i primi boccioli sugli alberi lasciano il cervello ed il cuore confusi, nella falsa illusione che la primavera e’ dietro l’angolo. Parte di me spera in latri due mesi di freddo, non sono sicura di riuscire a resistere fino alle vacanze estive con questo sole audace, la mia mente scivola in uno stato pericoloso di euforia e frivolezza che rende concentrarsi un compito difficile.

Sapete tutti che adoro de Gournay, inclusa la collezione di carte da parati di gusto cinese The Colony disegnate in esclusiva per il recentemente ristrutturato Colony Hotel a Palm Beach, Florida.

Questo murales di larga scala e’ frutto della collaborazione della maison francese con la proprietaria del Colony Sarah Wetenhall ed e’ stato ispirato dal murales che originariamente adornava la lobby dell’hotel quando e’ stato aperto la prima volta nel 1947.

Questa gioiosa carta da parati che rappresenta flaminghi, scimmie, alligatori, pantere e una flora lussureggiante e gli arredi magistralmente scelti da Kemble Interiors si combinano a perfezione, creando un look che e’ al tempo stesso coloniale, femminile, spiritoso e tropicale.

Foto di Carmel Brantley, courtesia di de Gournay.

in Interni, Mobili

Mayday Mayday

Avrete sicuramente gia’ visto la lampada Mayday: e’ un pezzo iconico disegnato da Konstantin Grcic nel 1999 e prodotto da Flos dal 2000 in poi, lo trovate spesso nelle riviste di interni in alcune delle piu’ belle case al mondo. Di solito viene proposto in due colori, nero e arancione brillante ma per il suo ventesimo anniversario Flos ha realizzato una collezione limitata di 2.020 pezzi numerati in una confezione speciale. Questa edizione limitata Mayday ha un gancio in alluminio presso-fuso con inciso la firma del designer e il numero di serie.

E’ un oggetto da collezione per gli appassionati di design in vendita ad un prezzo raggiungibile anche non da un collezionista. Mi sa che mi tocca comprarla (non lo dite ad Alex pero’).

Photos by Bastian Achard, courtesy of Flos.

in Interni, Ispirazione, Ispirazione colori

Non sempre meno è meglio

Non sempre meno è meglio e questa casa a Brentford, Inghilterra, ideata da Doris Lee, sembra esserne la prova. E’ un subbuglio di colori, motivi e quadri e carte dal gusto surreale.

Questo è probabilmente il progetto più stravagante di Doris, un’auto-didatta interior designer nata in Australia ma da 10 anni a Londra.

Ha scelto un blu profondo per la cucina e la zona giorno, ravvivato da accenti di verde smeraldo. Alcuni muri sono ricoperti da sughero, un materiale abbastanza usato negli anni Ottanta in alcuni paesi Mediterranei e tornato di moda quest’anno.

Ci sono molte carte da parati in sughero sul mercato ma sfortunatamente non posso consigliarvi nessun posto dove acquistarla in particolare perchè non l’ho mai (o ancora) usata; forse uno di voi, può suggerire qualche marchio che ha della buona carta da parati in sughero!

Doris ha poi scelto altre carte frizzanti e fantasiose e tanti quadri e oggetti giocosi e un pò retrò. Anche i tessuti usati non sono scontati ma aggiungono ulteriore carattere al progetto.

Nel complesso è di sicuro uno spazio interessante.

in Interni, Ispirazione, Mobili

Coco di Larose Guyon

Suggerisco sempre ai miei clienti di investire nelle luci. Una bella lampada di qualità è per sempre.

Le cambi posto, la sposti, la porti con te quando ti sposti e, mal che vada, la metti via per un pò ma tanto primo o poi la ritirerai fuori.

Le belle luci sono fatte meglio e i dettagli sono fondamentali in un oggetto così semplice e così bene ‘illuminato’.

Alla fine della fiera le luci sono la cosa meglio illuminata a casa tua 🙂

Le luci di qualità sono più solide, un importante caratteristica soprattutto nel caso di luci da terra e da muro.

La buona notizia è che non devi spendere una fortuna per comprare una bella luce. Marchi come Artemide, Flos, Gubi, Foscarini hanno dei pezzi iconici che non prosciugheranno il tuo conto e possono essere abbinate a luci più economiche come alcune lampade di Ikea, di Muuto, di Norman Copenhagen, per esempio.

Ci sono poi alcune luci che da sole decorano l’intera stanza, che sono delle personalità, sono oggetti che si ricordano.

Queste luci a volte hanno prezzi importanti perchè non solo assolvono il loro compito ma risolvono lo spazio, sono sculture o come Coco by Larose Guyon, gioielli sospesi di luce.

in Interni, Mobili

Le candele punk rock di Coreterno

E’ tempo di candele, l’orologio è tornato indietro di un’ora e siamo tutti, improvvisamente, stati catapultati in un’atmosfera invernale di nuovo.

Almeno optiamo per delle candele un punk e un pò barocche, come queste di Coreterno (o le loro stampe in edizione limitate che puoi vedere in coda del post).

Nel suo ultimo editoriale Cinzi Felicetti, l’editore di Marie Claire Maison Italia nonchè fine scrittrice, sottolinea come dovrebbe concentrarci sul lento cambiare delle stagioni e la loro magnifica bellezza piuttosto che focalizzarsi sul passare del tempo o sull’accumularsi degli anni sulle nostre spalle.

E’ un’indiscutibile verità e una piccola terapia meditativa contro le ansie.

in Interni, Ispirazione, Mobili, Persone

I sexy arredi di Anna Karlin

Parliamone.

Questa bellissima, dolce giovane donna di nome Anna Karlin

……disegna gli affascinanti arredi qui sotto.

Non sono una persona invidiosa generalmente ma alcune persone sembrano essere dotate di tanta bellezza e tanto talento, alcune più di altre a dirla tutta.

La domanda, quindi, sorge spontanea essere belli aiuta a raggiungere il successo?

Credo che possa o aiutarti o alla lunga complicarti la vita alla lunga. Se riesci a non far conto solo sul tuo aspetto ma ad investire sulla tua personalità e abilità, essere di bell’aspetto aiuta. Se invece ti affidi solo sulla bellezza fisica, diventi fragile perchè ti serve molto altro per sopravvivere bene in questo mondo.

Ma parliamo di questa strepitosa collezione di mobili che porta la firma di Anna Karlin.

Gli sgabelli sono magnifici, eleganti ed interessanti.

I porta vasi sono praticamente gli unici portavasi che ho mai visto che mi piacciono,  pezzi d’arredo e non mere gabbie per vasi.

E’ ufficiale, mi sono innamorata!

in Interni, Ispirazione, Ispirazione colori, Mobili, Persone

Bei toni e un uso intelligente di uno spazio (piccolo)

Questa casa ha attirato la mia attenzione per il suo uso del colore: rosa, terracotta/rosa, rosa cipria, rosa carne. Le diverse area e stanze sono unificate dall’uso di questi toni che l’occhio percepisce come declinazioni dello stesso colore rosa ma che in realtà sono colori distinti; tonalità che cambiano anche a seconda della quantità e qualità della luce che filtra dalle finestre.

Guardando bene poi, sono rimasta colpita dalla sapiente divisione dello spazio.

Non manca nulla in quest’appartamento di 48 metri quadri; è praticamente una grande stanza divisa a seconda delle funzioni, più un ingresso e un bagno (di cui non sono state pubblicate foto perchè forse è molto piccolo, o cieco). I proprietari sono una coppia Svedese che è stata capace di trasformare un problema (la mancanza di spazio) in un’opportunità.

La posa del pavimento di legno e i colori aiutano a separare e allo stesso tempo unire le varie aree.

La camera da letto è chiusa intelligentemente con un muro in cartongesso alzato a 3/4 e delle vetrate incorninciate in legno, per lasciare fluire la luce ma anche rendere la stanza privata (è una tenda a righe quella che vedo a destra della vetrata nella terza foto dall’alto? Credo proprio di sì!)

Nel complesso è un’appartamento pieno di stimoli e accorgimenti da copiare, inclusa la cucina con i pensili rivestiti in compensato di pino.

Se vuoi vedere un esempio in stile più industriale di come dividere lo spazio, guarda anche l‘appartamento di Parigi di Studio Moc.

Photos by Jonas Gustavsson for Elle Decoration Sweden through Planete Deco

in Interni, Mobili

Le consolle allungabili di Mobili Fiver

Buonasera a tutti!

Come al solito Settembre è un mese intenso e Ottobre non sarà da meno, si sta già riempendo di appuntamenti. Ho impegni  ogni fine settimana fra visite di amici oltralpe, sabati di lavoro, feste di compleanno: se continua così che il primo weekend libero  che avrò, sarà a Novembre.

A parte l’usuale mole di lavoro e l’intensa vita sociale, sto aiutando un’amica a risistemare casa.

Si è da poco separata dal suo compagno e vuole dare un nuovo look al suo appartamento (non è un luogo comune, spesso le donne che vogliono una nuova vita, cominciano col cambiare la pettinatura o i mobili).

Come sempre e come spesso nelle grandi città, le criticità di questi interventi ruotano attorno allo spazio e al budget.

La mia strategia è investire in belle luci e interessanti pezzi d’arte, in arredi versatili e in divani e poltrone snelli, con braccioli sottili per massimizzare l’uso dello spazio.

Mobili Fiver ha delle strategiche consolle e tavoli a prezzi abbordabili. Ho preso alla mia amica una consolle allungabile che diventa un tavolo da pranzo, perfetto per quando ha gli amici a cena o tutto il clan familiare.

La consolle che abbiamo scelto si chiama First (vedi foto sotto) e misura 90 x 45 x 76 cm quando chiusa ma può estendersi fino a 305 cm e ospitare 14 persone! Il meccanismo di apertura è semplice, prevede 5 tavole d’allungo facili da inserire; a seconda di quante tavole inserisci la consolle può diventare 149 cm, 201 cm, 253 cm o 305 cm (vedi schema qui sotto).

I prezzi sono  molto convenienti perchè Mobili Fiver produce in Italia ma non ha showroom o non vende in negozi, vende solo tramite il sito; in questo modo riescono a tagliare dei costi superfluei e a mantenere i prezzi competitivi.

La comodità di avere una consolle allungabile è che occupa pochissimo spazio quando chiusa ma anche che è facilmente trasportabile.

Ti può salvare la vita anche nelle case di vacanza, in terrazzo o in giardino; per l’occasione la porti dentro e fuori facilmente.

Anche i tavoli della stessa ditta hanno forme lineari e lo stesso principio vincente di allungamento. Alcuni, come il modello “Easy” qua sotto, arriva ad essere 220 cm e le allunghe possono essere riposte sotto il piano (quando viene richiuso); altri come ad esempio il modello “Eldorado” da quadrati (90 x 90 cm) diventano 180 cm x 90 cm.

Insomma Mobili Fiver è da tenere sicuramente presente, perchè tutti noi, a prescindere dai metri quadri in cui abitiamo, non abbiamo mai abbastanza spazio…o abbastanza ospiti!

La consolle allungabile “First” nella finitura Quercia.

La consolle “Angelica” allungata.

Lo schema della consolle “First” dove vengono illustrate le possibilità di estensione.

Un particolare della consolle “First” in rovere rustico.

Il tavolo allungabile “Easy”.

Close