Tag

walls

in Interni, Ispirazione, Ispirazione colori, Mobili

Bagni rosa con elementi a terrazzo

Ci sono alcune cose che mi sono sempre piaciute a prescindere dal fatto che vadono di moda o no. Mi sono sempre piaciuti – tanto per fare qualche esempio- gli anelli da uomo tipo stemma di famiglia, gli oli per il corpo, i pantaloni a zampa, le ceramiche mediterranee, i muri rosa e i pavimenti a terrazzo.

I miei nonni avevano i più bei pavimenti a terrazzo che abbia mai visto. Erano formati da pietre di fiume invece che da segmenti di marmo o granito o quarzo, sempre amalgamati con un legante (generalmente calce mischiata con delle graniglia e cocciopesto).

Il legante era nero nelle zone living, azzurro chiaro in cucina, bianco/beige nelle camere da letto abbinato a sassi di diversi colori. Erano dei pavimenti meravigliosi che ho sempre amato.

Visto, quindi, che da sempre sono appassionata di muri rosa e di pavimenti a terrazzo e visto, anche, che i muri rosa e i pavimenti a terrazzo sono tornati di gran moda, ho pensato bene di presentarvi una selezione di bagni con queste caratteristiche.

Come puoi vedere negli esempi qui sotto, l’associazione dei due elementi –rosa e terrazzo– è già molto d’impatto per questo generalmente il resto della decorazione viene mantenuta moderna e geometrica.

Mi piace molto il bagno nelle foto qui di seguito, fotografato da Yaroslav Priadka. In questo caso, i dettagli neri (i rubinetti, la cornice dello specchio e i saponi), anche se in minoranza come presenza, diventano il punto focale dello spazio.

Verde e azzurro polvere sono spesso usati a complemento in spazi rosa, come vediamo in altri esempi.

Mi piace  l’idea di estendere il pavimento a terrazzo fino ad un’altezza di 120/130 cm come nel progetto dello studio Concertina.

Se poi non puoi o non vuoi cambiare il pavimento o parte dei rivestimenti, puoi sempre inserire arredi a terrazzo (o meglio che simulano il terrazzo) come gli sgabelli o la vasca nella terza foto dall’alto.

Photo by Yaroslav Priadka

Photo by Yaroslav Priadka

Stump stool from Fenton & Fenton

Project by Bergman & Co

Bathroom designed by Iya Turabelidze of Concertina

Bathroom designed by Iya Turabelidze of Concretica

Interior by Studio Esteta

Interior by MOPS

My grandparents’ floor

SalvaSalva

SalvaSalva

SalvaSalva

SalvaSalva

in Interni, Ispirazione, Mobili

L’autunno e le carte da parati Rockett St George

L’autunno è finalmente arrivato, i piumoni sono di nuovo sui letti, le foglie stanno diventando gialle e alcuni fanatici stanno già preparando le decorazioni natalizie.

Ho una terribile tosse, da settimane ormai. Non mi ricordo più come si sta senza tossire. I miei polmoni e la mia gola mi fanno male costantemente e la mia voce è molto più bassa del normale.

Devo dire che è in buona parte colpa mia perché non prendo medicine se non quando generalmente è troppo tardi e non mi riguardo; quando sono malata, non mi riposo, cosa che sembra essere altamente consigliata in casi del genere.

Non vedo l’ora di tornare a sentirmi normale e di poter godere a pieno di una delle mie stagioni preferite, l’autunno.

Ho notato che la gente torna dalla vacanze con l’intenzione di risparmiare e la voglia di cambiare il look delle casa, due concetti difficilmente conciliabili.

Se anche tu hai voglia di rinnovare l’aspetto della tua abitazione e credi al fattore wow anche se un pò più costoso, dai un’occhiata a queste meravigliose carte da parati di Rockett St George

Quelle che ho scelto sono molto d’impatto per cui vi consiglio di utilizzarle in spazi piccoli (un piccolo bagno o ingresso, sui muri o sul soffitto), incorniciate come un quadri sopra un letto o su una parete o porzione di una parete.

Rockett St George, un  emporio online inglese di cose per la casa, propone anche arredi, accessori, luci, tessili e tappeti.

Rockett St George mette insieme alcuni dei prodotti più innovativi dei designers più promettenti. Ad esempio la prima carta da parati dall’alto (L’Afrique) e la quarta (Alt Deutsch) sono disegnate da Studio Job.

La seconda con i pesci che mi piace moltissimo, (Fishes In Geometrics)è di Florant Bodart e quella floreale sul fondo nero (Jellyfish) in bagno è di 17 Patterns.

Sono sicura che ne troverete almeno altre quattro o cinque che vi piacciono sul sito, vale la pena dare un’occhiata. Fatemi sapere quale preferite!

studio_job_nlxl_archives_wallpaper_collection_-_l_afrique2

deco_fishesingeometrics-wallpaper

deco_rockett_st_george_jellyfish_wallpaper

deco_studio_job_nlxl_archives_wallpaper_collection_-_labyrinth

deco_studio_job_nlxl_wallpaper_1

tileob-xtra

 

in Interni, Ispirazione colori, Mobili

Nick Barclay’s posters

Non riesco a stare ferma recentemente, mi sento inquieta- a volte ansiosa, a volte semplicemente felice di riempirmi le giornate.
Oggi sono andata a stampare una grande foto che incollerò (..o lo farà Alex…ma non lo sa ancora) su un pezzo di corrugato di vetro-resina.
C’è sempre bisogno di idee nuove per ‘arredare’ il muro.
Le incredibile  grafiche di Nick Barcklay che ho scoperto mentre cercavo di trovare un regalo per il mio amico Cocktail Manager Stefano (a cui alla fine abbiamo comprato Blue Label Johnnie Walker; per la storia completa e per vedere che altro ho scoperto, vedi questo mio post) ne sono un esempio.
Nick Barcklay e’ un grafico brillante che vive in Australia, con il raro dono di saper illustrare concetti tramite geometrie e colori.
Nel suo mondo, le città sono descritte con una combinazione ordinata e ricercata di forme e tinte, la storia di 007 è una collezione astratta di simboli su sfondo nero, i cocktail sono rappresentate da insiemi di geometrie accattivanti.
Il suo lavoro mi piace moltissimo. E’ diverso, originale e rivitalizzante.
Recentemente ha studiato “una tecnica visiva per cui se fissi lo sguardo sulla parola in alto, la parola sotto sparisce”.
Nella serie Vanishing Type, se guardi abbastanza a lungo la parola LOVE (amore), la parola HATE (odio) sparisce (vedi l’immagine del poster con le righe blu e le scritte blu di seguito) e lo stesso vale per GUNS/LIVES (pistole/vite), KNOWLEDGE/IGNORANCE (conoscenza/ignoranza), MONEY/INTEGRITY (soldi/integrità). Pur non essendo questi i miei poster preferiti di Nick Barclay, mi piace molto il concetto alla base del progetto.
E’ nuova anche la collezione sul caffè (vedi l’immagine in movimento in fondo al post), con dei colori molto delicati.
Da brava italiana praticamente bevo solo espresso e, per apprezzare in pieno la collezione dovrei capire cos’è ad esempio un flat white, ma questa è tutta un’altra storia.
 deco_nick-barclay_cocktails

deco_nick-barclay_cities deco_nick-barclay_london-underground-lines new-group-shot-4 deco_static-squarespace_nick_barclaydeco_nick-barclay_007

deco_coffes_nick_barclay

in Mobili

Elkebana, il primo trofeo da parate adatto anche per vegani

Qualche giorno, un amico di Allucinazione, mi ha fatto vedere questi bellissimi porta-fiori fatti da un suo amico, sicuro del mio entusiasmo. 

Non si sbagliava e di fatti gli dedico un post. 

Questi semplici ma decorative design chiamati Elkebana sono  “i primi trofei da muro, adatti anche per vegani” come si legge sul sito.Consistono in forme in legno fatte a mano che ricordano gli antilopi e le renne con due fori in cui inserire due tubi di vetro che contengono steli di fiori o rami che ricordano le corna delle antilopi o delle renne. 
Con solo 2 fiori o rami, puoi decorare il tuo muro in maniera diversa. Li trovi qui, a 129 euro. 
+deco_egiavarini_elkebana_7

+deco_egiavarini_elkebana_6
+deco_egiavarini_elkebana_2
+deco_egiavarini_elkebana_5
+deco_egiavarini_elkebana_4
in Ispirazione

Vecchie foto

Ho queste meravigliose foto di famiglia da anni ma non lo ho mai attaccate perchè aspettavo di avere le giuste cornici ed il posto perfetto. Il mio atteggiamento verso la decorazione è cambiato molto ultimamente, sono molto più audace perchè ho realizzato che il mio gusto e la mia vita cambiano ed evolvono continuamente e non ha senso aspettare di avere i fondi o il tempo di fare esattamente quello che vorrei fare, con il rischio poi di non farlo affatto.

Ho preso questa cornice nera da Ikea, circa 3 euro per un pacco da due. E’ molto semplice e non di buona qualità ma sono riuscita a renderla più interessante creando uno sfondo con della carta da regali reciclata. Adoro la fotografia, è mio nonno e così incorniciata, risalta, è ammaliante e nostalgica.

in Interni, Ispirazione colori

Stone Blue by Farrow & Ball

Con i colori è tutta una questione di luce. Questo, ad esempio, è Stone Blue di Farrow & Ball, una tonalità che ho recentemente usato e che mi piace molto perchè è ricca ma non troppo vivace, è un blu mare smorzato da una punta di grigio. I colori assorbono la luce, guarda come sembra diversa questa pittura nelle diverse foto, in stanze illuminate naturalmente od artificialmente. Tieni a mente queste considerazioni quanto scegli la tua palette di colore, la tonalità che scegli potrebbe risultare molto più scura di quello che ti immagini o cambiare a seconda dell’ora, del tempo o dell’illuminazione artificiale. E’ sempre meglio fare una prova pitturando un grande quadrato del colore scelto sul muro e osservarlo per un giorno. Non essere timoroso di osare però: la bellezza della pittura è proprio questa, è facilmente cambiabile.
Stone Blue di Farrow & Ball sta molto bene in contrasto con il bianco.
in Ispirazione

Il trend del momento: piante tropicali

 
Oggi era festa a Roma, S.Pietro e Paolo. Nella versione in inglese del post, ho spiegato ai miei lettori stranieri che quelle che le festività (bank holidays in inglese, perchè era il giorno in cui le banche erano chiuse) in Italia cadono sempre lo stesso giorno. In Inghilterra, ad esempio, sono – a parte le feste tipo Natale o Pasqua- di lunedì. In questo modo non corrono il rischio di perdere il giorno di festa perchè cade di domenica (quest’anno in Italia troppo spesso) ma non possono neanche fare il ponte.
Ho speso tutto il giorno al lago con degli amici ed è stato molto riposante.
Ero stanca, Giugno è un mese anche socialmente pieno e a forza di uscire la sera mi sono esaurita.
Questo è un post molto estivo e di fatti si parla di luci in rattan.
Emanano una bella luce, danno un tocco esotico alla casa e non pesano sul portafoglio.
Che altro chiedere?
Questa è la mia selezione, spero vi piaccia.
State connessi perchè ho altri meravigliosi arredi in rattan da mostrarvi!
Dall’alto:
Mauritius di Pierre Frey
– Carta da parati Martinica Banana Leaf  di Don Loper disponibile da DW Los Angeles
– Cotone Jardin Exo’chic – Bouganvillier di Christian Lacroix di Designers Guild 
Palma Verde di Micheal Szell per Christopher Farr
– Poltrona rivestita con Curica di Micheal Szell per Christopher Farr
– Cotone e rivestimento da parete Sunbird di Matthew Williamson per Osborne & Little 
In basso:
– Cotone, lino e carta da parati e molto di più Palmeral da House of Hackney
in Fai da te

I rulli da pittore di The Painted House

Ho cominciato la settimana con un sorriso sulle labbra dopo aver passato un bel pigro weekend con i miei amici.
Sabato sera Stefano, un amico cocktail bar manager tornato a Roma recentemente dopo aver passato oltre 10 anni a Roma e a Dubai, ha organizzato un cocktail party nel suo terrazzo. Riuscite a pensare a niente di meglio che chiacchierare con le persone a cui vuoi bene mentre sorseggi Watermelon Martini (per citarne uno dei tanti, il mio preferito)? Domenica siamo stati invitati da altri amici, Stesi e Marzia, per un saporitissimo barbeque in stile americano nel loro giardino. Appena sono arrivata ho notato che la casa era organizzata molto meglio e non solo perchè avevano messo a posto: era evidente l’intenzione di rendere lo spazio più bello, era evidente che avevano pensato a come disporre gli oggetti ed i colori. Mi ha fatto molto piacere quando Marzia ha detto che il mio blog l’aveva ispirata. Sono i commenti più che il crescente numero delle visualizzazioni che dà valore al tutto.
Oggi volevo presentarvi un’idea intelligente disponibile presso The Painted House che avrei voluto avere io. E’ un rullo da pittore che in realtà ha due rulli: uno è una spugna che prende la vernice, uno invece funge da timbro. E’ una valida alternativa alla carta da parati, non costa molto, sembra facile da usare, può essere adoperato su materiali differenti e, a differenza della carta da parati, ti permette di cambiare idea facilmente, basta ripitturare. Volevo provarlo nel mio ingresso ma non ho avuto tempo, appena lo farò, pubblicherò delle foto.
L’idea è originale ma almeno vecchia di cent’anni, Clare Bosanquet l’ha presa dalla Romania e gli ha dato nuovo lustro. I suoi rulli magici sono in vendita sul sito The Painted House (spedizione in tutto il mondo)e le foto provengono da lì.

in Interni, Ispirazione colori

Un consiglio su come decidere la vostra gamma colori

Stavo sfogliando il numero di Dicembre di Living Etc quando il tappeto Spacecrafted di Jan Kath, rappresentato nell foto qui sopra, mi ha folgorato. Il tappeto tessuto a mano, disponibile da Front London,replica, usando più di 60 colori, nubi di gas, asteroidi, nebulose e profondità. Ci sono voluti quasi 15 anni perJan Kath e i tessitori che lavorano con lui per realizzare la sua vision; considera che il tappeto ha 150-200 nodi per ogni 2,5 circa, stiamo quindi parlando di un manufatto di eccellente qualità.
La decorazione di questa casa ideata e vissuta dall’architetto Rory Macpherson ruota attorno a pochi pezzi distintivi, come il tappeto e la foto, ed il risultato è elegantemente semplice, fresco e moderno senza tempo. La preponderanza di bianco è interrotta nelle zone giorno da accenni di colori forti e unificata da tocchi di blu.
Decorare una casa può essere, se non lo si fa per lavoro (ma a volte anche in quel caso), intimidente. Se questo è il tuo caso, ti consiglio di partire da un pezzo che ami- un tappeto per l’appunto, un quadro, un vaso, una luce- e prendere spunto per i colori da lì.  Lascia che questi oggetti che tu vuoi che abbiamo una posizione predominante nella tua casa ispirino la gamma colori, come nel bellissimo esempio di Rory Macpherson nell’ovest di Londra.
in Fai da te, Ispirazione

Decorare con i graffiti

The Panic Room at the Au Vieux Panier Hotel in Marseille
from the 2014 Ikea catalogue
via Iddesign Jeddah
via Vectormu
via Not a Paper House
via Hannas Room
Ispirata dalla mia foto profilo, ho selezionato per voi alcuni fighissimi esempi di come decorare con i graffiti. Mi dispiace solo che non ho nessuna foto del murales che ha fatto Alex nella nostra precedente casa.
Se non avete mai fatto un graffiti prima e non avete dimistichezza con le bombolette spray, vi consiglio vivamente di commissionare il lavoro ad un graffiti artist. A parte questo, siate coroggiosi, male che vada ci pitturate sopra!
Close